LA RETE EGIZIANA

LA RETE EGIZIANA

Image module

Ripensando, mi era capitato di vedere un altro tipo di “Rete”, questa volta egizia, sicuramente diversa dall’esempio Nord-Americano, presente presso il Museo del Cairo, ma assolutamente connessa al Campo attraverso proprio il sapere Precessionale.
Essa era stata ritrovata a Sakkara ed era, considerando la millenaria storia egizia, piuttosto recente, risaliva infatti al 360 A.C. circa, consisteva in una “Rete”, appunto, di perline smaltate caratterizzata dalla presenza di un numero ben “preciso” di piastrine rettangolari.
La funzione di tale “Rete” era quella di ricoprire la parte anteriore della “Mummia” a scopo magico protettivo, scopo che, durante un caldo pomeriggio di estate di alcuni mesi prima, ad un attento esame numerico mi fu chiaro come fosse ottenuto.
La rete era infatti costituita da 102 piastrine suddivise in “12” file, a loro volta suddivise in “sei di nove” e “sei di otto”, mentre le perle che univano il tutto erano “176”, anche loro suddivise in file, “11” per la precisione da “16”, contraddistinte da un diverso colore, raggruppate in “sei file verdi” e “cinque file” turchesi.
Ricordavo come riassunsi il tutto in uno specchietto numerico, ottenendo un risultato entusiasmante: Piastrine 102 pari a:
6 x 9 = 54
6 x 8 = 48
Perle 176 pari a:
6 x 16 = 96
5 x 16 = 80
a questo punto, così come avevo sempre fatto, iniziando alcuni anni prima proprio dal rosone di Collemaggio, utilizzai le somme moltiplicandole e i risultati furono chiaramente “magici”:
54 x 48 = 2592 (Precessione degli Equinozi)
96 x 80 = 7680 (1\3 di 23040 il risultato Maya basato sulla metrica delle 4\Ottave, matrice numerica del “Serpente”, responsabile della creatività universale del “Campo”)
La “rete” utilizzata per proteggere le “Mummie”, era magica, semplicemente perché conteneva, numericamente, i riferimenti sacri della scienza degli “dei”, della scienza del “Campo”.
Come era giusto immaginare, anche gli egizi conoscevano la struttura, a “rete”, della materia e sapevano che essa era prodotta dalla “Coscienza Divina”, attraverso il fattore “Vibrazionale” delle TRE OTTAVE .
“Ma ti rendi conto di che ore sono? Siamo stati tutti in pensiero. Potevi almeno telefonare, ma è mai possibile…
“Ero tornato nella realtà”
(Tratto da: Le Otto direzioni divine )
Michele Proclamato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

div#stuning-header .dfd-stuning-header-bg-container {background-image: url(https://www.micheleproclamato.com/wp-content/uploads/2018/03/bgHome-3.jpg);background-size: cover;background-position: top center;background-attachment: initial;background-repeat: no-repeat;}#stuning-header div.page-title-inner {min-height: 650px;}